Language Policy
NEW
To advertise here please contact
explore@museumwnf.net

Explore Monuments in Italy | Ariccia

Palazzo Chigi

Loading...

Palazzo Chigi

Description

La costruzione del palazzo fu iniziata su commissione dei Savelli nella seconda metà del ‘500. I Savelli fecero addossare ad una serie di strutture risalenti al periodo medievale e al quattrocento (situate presso la Porta Napoletana), un grande ampliamento unitario che venne a delimitare il paese verso nord, riallacciandosi all’antica cinta muraria. Buona parte del prospetto sulla piazza, precisamente la porzione che va dal torrione sinistro verso Roma fino alla terza finestra a destra del portale, il grande salone del piano nobile e il fronte principale sul parco, caratterizzato da un sistema di paraste, appartengono a questa fase tardo rinascimentale. Radicali furono le trasformazioni realizzate dai Chigi, che subentrarono nel possesso del feudo di Ariccia nel 1661, dando avvio ad una completa ristrutturazione del borgo, compresa la Chiesa dell’Assunta, la piazza e, appunto, il maniero dei Savelli. I Chigi accettarono l’impostazione data dai precedenti proprietari, conservando un certo carattere severo e fortificato della costruzione, in contrasto con le linee delle contemporanee ville principesche dei Colli Albani e di Roma.

Il progetto affidato al Bernini su commissione del papa Alessandro VII Chigi (1655-1667) fu realizzato tra il 1664 ed il 1672 dal suo illustre allievo Carlo Fontana. Il maniero fu ristrutturato ed ampliato costituendo una sintesi architettonica tra il castello, per il suo carattere turrito, la villa, come denota la tipologia ad “u” caratteristica delle ville della Campagna Romana, ed appunto il palazzo, così come appare visto dalla piazza. La sua disposizione simmetrica e la razionalità dell’impianto, unitamente al carattere essenziale del linguaggio architettonico, ne fanno una creazione originale e precoce dell’evoluzione classicista del barocco berniniano. E’ un esempio unico di dimora storica rimasta sostanzialmente inalterata nelle collezioni d’arte e negli arredi, in parte originari e in parte provenienti dalle varie proprietà chigiane, in primo luogo dal Palazzo Chigi a Roma oggi sede del Consiglio dei Ministri.

La raccolta di dipinti è costituita da opere, fra gli altri, di Baciccio, Cavalier d’Arpino, Pierfrancesco Mola, Salvator Rosa, Mario de’ Fiori, Maratta, Giacinto Brandi, Bernardino Mei e Ferdinand Voet. Di rilevante interesse iconografico alcune raccolte a tema: la “stanza delle belle”, con i ritratti delle nobildonne dell’aristocrazia romana del Seicento, la “stanza delle suore”, con i ritratti delle religiose di casa Chigi e il “Gabinetto dei Ritratti” dove è illustrata tutta la successione dei Chigi dal ‘400 ad oggi (un unicum nel genere ritrattistico-genealogico). Nel Palazzo si conserva anche un nucleo di sculture seicentesche del Bernini e di artisti berniniani quali Giuseppe Mazzuoli, Bernardo Fioriti, Ercole Ferrata, Orfeo Boselli oltre a un capolavoro assoluto della ritrattistica barocca: il busto in terracotta del papa Alessandro VII Chigi opera di Melchiorre Cafà.

Una delle caratteristiche più prestigiose dell’arredamento è rappresentata dai preziosi parati in cuoio stampato detto di “Cordova”. Tra le decorazioni murarie, oltre la celebre sanguigna di Gian Lorenzo Bernini raffigurante San Giuseppe con il Bambino nella cappella, risalgono al Seicento le ariose decorazioni delle volte dell’appartamento al piano terra con segni zodiacali e volatili, attribuite a Pietro Mulier detto “Il Tempesta”.

La monumentale residenza chigiana è stata ceduta dal principe Agostino Chigi Albani della Rovere al Comune di Ariccia il 28 dicembre 1988. Dal 1999, dopo lavori di restauro molto accurati, il Palazzo è stato definitivamente aperto al pubblico e ospita anche mostre, concerti ed eventi culturali vari.


Prepared by

Compilato da Saverio Capozzi sulla base di materiale fornito da: arch. Francesco Petrucci; © Museum With No Frontiers (MWNF)

Palazzo Chigi, esterno, veduta dal ponte monumentale © MWNF
Itineraries


View All Description

Select another Country


Select a Territory
in Italy


Select another Location
in Italy
Select another Monument
in Ariccia



General Index of Historical Buildings
for Ariccia

The web service endpoint returned a "HTTP/1.1 403 Forbidden" response